Vai al sito del Gruppo Iren

Sistema fognario e depurazione

IRETI si occupa della raccolta e del sollevamento delle acque reflue provenienti da abitazioni private, siti industriali, centri urbani, strade e aree pubbliche.
Le acque raccolte vengono convogliate agli impianti di depurazione per essere trattate e restituite all'ambiente.
IRETI è responsabile della gestione delle reti fognarie dei comuni serviti.
Per garantire la massima efficienza delle reti fognarie, IRETI effettua manutenzioni ordinarie (pulizia delle caditoie, delle griglie stradali e degli scolmatori di piena, controllo e manutenzione degli impianti di sollevamento e delle vasche di pioggia) e straordinarie (riparazioni e sostituzione dei tratti di tubazione, riparazione pozzetti, manutenzione apparecchiature negli impianti di sollevamento)

E' attivo 24 ore su 24 un Servizio Pronto Intervento per emergenze e segnalazioni riguardanti problemi alla rete fognaria.
Il Servizio è contattabile chiamando il numero 800 343434.

E' competenza di IRETI autorizzare tutti i nuovi allacciamenti alla fognatura pubblica. 

 

IRETI gestisce inoltre il servizio di depurazione delle acque.   

Un servizio spesso vissuto come qualcosa di sgradevole e non come un vero e proprio "amico", creato dall'uomo, per permettere di vivere meglio e vitale per la difesa dell'ambiente e per tutelare la risorsa idrica.   

Il processo di depurazione rappresenta, infatti, la fase conclusiva del ciclo integrato dell'acqua e garantisce l'eliminazione degli inquinanti per restituire al suo ambiente naturale l'acqua utilizzata nelle nostre case e per gli altri usi quotidiani.

Il servizio di fognatura consiste nella raccolta (collettamento) delle acque reflue provenienti da abitazioni private, siti industriali, centri urbani, strade ed aree pubbliche. Le acque collettate vengono convogliate agli impianti di depurazione attraverso gli scarichi, le centrali di sollevamento e le reti fognarie.
La maggior parte delle reti fognarie gestite è di tipo misto (convoglia insieme le acque nere e quelle di pioggia). La quasi totalità delle acque reflue scaricate in fognatura è trattata in impianti di tipo biologico, caratterizzati da alte efficienze depurative, i più importanti dei quali sono predisposti anche per la rimozione spinta delle sostanze nutrienti (azoto o fosforo). Il processo di depurazione si articola in due linee: "la linea acque" dedicata al trattamento di depurazione delle acque e la "linea fanghi" dedicata al trattamento, alla trasformazione e allo smaltimento dei fanghi, ovvero del materiale che rimane dalle diverse fasi della depurazione.

Nella "linea acque" il processo segue tre fasi:

1 pre-trattamento: l'acqua viene ripulita dal materiale di natura non degradabile (plastica, legno, ecc.) e poi liberata dalle altre sostanze (es. olii, sabbia e grassi);

2 trattamento primario: processo depurativo che opera la prima significativa rimozione delle sostanze inquinanti;

3 trattamento secondario: processo in cui avviene la completa rimozione biologica.

La "linea fanghi" invece gestisce il trattamento delle sostanze inquinanti inglobate dai fanghi attivi, l'eliminazione dei fanghi in eccesso dovuti alla crescita dei microrganismi e la trasformazione dei fanghi stessi, per ridurne la putrescibilità, consentendone il corretto smaltimento.


Gli impianti di depurazione presenti nel territorio dove opera IRETI sono 813 per una potenzialità complessiva di circa 1.720.000 abitanti equivalenti.

Il Gruppo gestisce anche alcuni impianti di fitodepurazione che si avvalgono dell'attività depurativa delle piante. Questi sistemi vengono utilizzati sia per la depurazione dei liquami (sistemi a flusso subsuperficiale) che per l'affinamento delle acque trattate negli impianti di depurazione tradizionali (sistemi a flusso superficiale).
I sistemi a flusso subsuperficiale sono costituiti da bacini impermeabilizzati riempiti di materiale inerte (ghiaia), nei quali sono presenti essenze vegetali particolari (phragmites), che rivestono un ruolo importante nel processo depurativo.
Gli impianti di questo tipo sono al servizio di piccoli centri abitati posti in zona collinare, per una potenzialità complessiva di 310 abitanti equivalenti. I sistemi a flusso superficiale sono costituiti da bacini nei quali l'acqua, che proviene dagli impianti di depurazione, subisce un trattamento di affinamento. In questi bacini sono presenti piante acquatiche emergenti, sommerse o galleggianti, che danno una forte connotazione di naturalità al sistema. Questa tipologia di impianti è denominata anche ecosistema filtro, poiché rappresenta un ecosistema artificiale tra l'impianto di depurazione e l'ecosistema naturale (torrenti, fiumi, ecc.).
Sono attivi 5 di questi fitodepuratori sugli impianti di depurazione, posti nella valle del fiume Trebbia nel piacentino, che occupano una superficie complessiva di circa 18.100 m2.

Avvertenze | Credits - © 2016 IRETI S.p.A. - Società con socio unico IREN S.p.A. - Società sottoposta a direzione e coordinamento di IREN S.p.A.
Sede legale: Strada Provinciale n. 95 per Castelnuovo Scrivia -Tortona (AL)
Registro Imprese di Alessandria, Cod.Fisc. e P.IVA n. 01791490343 Capitale Sociale: Euro 196.832.103,00 i.v.
Pec: ireti@pec.ireti.it